BTC e OKB si immergono dopo che OKEx sospende i prelievi

L’importante borsa valori OKEx ha improvvisamente sospeso i prelievi di crittografia mentre uno dei suoi custodi chiave collabora con un’indagine, scuotendo i mercati di crittografia.

Il principale centro di scambio di beni crittografici OKEx

Il principale centro di scambio di beni crittografici OKEx ha sospeso i prelievi di valuta crittografica, annunciando che uno dei detentori delle sue chiavi private sta „attualmente collaborando con un ufficio di pubblica sicurezza“ per quanto riguarda le „indagini in corso“.

Lo scambio ha notato che è stato „fuori contatto“ con il detentore delle chiavi, impedendo il completamento della „autorizzazione associata“. OKEx prevede di riprendere „immediatamente“ i prelievi di beni digitali non appena il detentore delle chiavi „sarà in grado di autorizzare la transazione“.

Citando i suoi termini di servizio, OKEx ha dichiarato di aver deciso di sospendere i prelievi, ma ha aggiunto che la sicurezza dei beni dei suoi clienti „non sarà influenzata“ dagli eventi. Bitcoin Revolution è sceso di quasi il 3% in risposta alla notizia, mentre il gettone nativo di OKEx, OKB, si è schiantato del 15%.

Ore prima dell’annuncio, il servizio di monitoraggio delle transazioni a catena Whale Alert ha notato diversi grandi trasferimenti tra OKEx e portafogli sconosciuti.

I trasferimenti in uscita di 1.180 BTC del valore di 13,6 milioni di dollari

I trasferimenti in uscita di 1.180 BTC del valore di 13,6 milioni di dollari, 50 milioni di Tron (TRX) del valore di 1,3 milioni di dollari e 21.000 Ether (ETH) sono stati effettuati in sei ore, insieme a una transazione in entrata di circa 13,9 milioni di dollari in Tether (USDT). I trasferimenti sono avvenuti in un periodo di tempo simile a quello dei trasferimenti di monete dall’hack di Bitfinex secondo il feed di Whale Alert, tuttavia questa può essere semplicemente una coincidenza dato il gran numero di transazioni che si verificano ogni giorno.

Il reporter di Pechino Colin Wu, che scrive su WeChat public account @wublockchain, ha suggerito che l’indagine OKEx potrebbe essere collegata al riciclaggio di denaro sporco.

„Il governo cinese sta reprimendo il riciclaggio di denaro sporco usando la criptovaluta per le frodi nelle telecomunicazioni, e gli scambi centralizzati sono in uno stato molto pericoloso“.

OKEx si rivolge ai mercati asiatici, anche se ha sede a Malta. Wu ha anche affermato di aver scoperto un „mercante OTC su OKEx che per errore ha ricevuto 500.000 CNY dal gruppo di frode ed è stato braccato dalla polizia in tutte le province“.

Le informazioni di Wu non sono state verificate in questa fase iniziale. La situazione OKEx si verifica dopo un periodo di 48 ore che ha visto almeno 33 arresti risultanti da operazioni separate delle forze dell’ordine che hanno come obiettivo operazioni globali di riciclaggio di denaro sporco in Nord America, Oceania ed Europa.